Vol I : Guida ai pistoni [Confronto fra tutti i pistoni sul mercato]

Finalmente ci siamo riusciti! Dopo tanto lavoro siamo riuciti a testare e mettere a confronto praticamente tutti i pistoni presenti sul mercato! (abbiamo cercato ti testarne il più possibile, ovviamente non siamo riusciti a provarli tutti!) Questa impresa probabilmente non ha precedenti ne a livello nazionale che internazionale! :)

Prima di iniziare con i test abbiamo fatto questo ragionamento:
Poiché le caratteristiche principali che deve avere un pistone sono resistenza agli urti, resistenza all’usura, peso contenuto e dettaglio/qualità di produzione abbiamo deciso che ogni pistone ricaverà 4 valutazioni diverse che espimeremo con voti alfa-numerici. In questo modo modo non avremo una sconfinata serie di valori che non anno un rapporto immediato fra di loro ma potremmo creare una scala di riferimento, più facile e immediata da consultare. ( Infatti non ci interessa sapere che il pistone xxx dopo xxx prova ha subito un usura di 2 mm ma ci interessa sapere che in usura ha ricevuto il voto 10 quindi è il più resistente sul mercato se invece ha preso il voto 5 sarà nella media..ecc)

Le prove:
-Per  la Resistenza agli urti verranno testati su un gearbox con un settoriale standard(abbiamo scelto un C.A., ingranaggio di fascia intermedia)  e molla da 160 il tutto alimentato con batteria da 14.8V e 40C.
In questo modo simuleremo urti fortissimi del settoriale contro al pistone. confronteremo i risultati dopo 15 secondi di raffica e daremo una valutazione da 1 a 10. Tale prova tiene conto anche degli effetti che ha l’urto sul settoriale in modo da poter confrontare pistoni full metal e full plastic insieme ( Infatti se un pistone ha i denti troppo fragili riceverà un valutazione molto bassa ma anche se un pistone è troppo duro che rompe i denti al settoriale non riceverà un votazione alta)

-Per la resistenza all’usura i pistoni verranno testati su un gearbox dotato di una configurazione iper hs senza corsa corta se no dovremmo escludere subito i pistoni full plastic ( da circa 52BBs) in  modo da simulare l’usura dopo un altissimo numero di cicli.  Anche in questo caso, dopo una raffica di 40 secondi, verranno messi a confronto e daremo una valutazione da 1 a 10.

-Per il dettaglio/ qualità di produzione riceverà un voto da A a F ovviamente non si può fare nessuna prova se non farlo scorrere fra le guide ed dargli un giudizio “ad occhio”.

-Per il peso anche qui abbiamo dato una valutazione da A a F per meglio confrontare tutti i pistoni sul mercato(se ci interessa al pistone xxx e vediamo che pesa 15 grammi, cosa capiamo? se invece vediamo che di voto a preso A sappiamo subito che è fra i più leggeri sul mercato)

ORA GIORNALMENTE INSERIREMO UN PO’ PER VOLTA I RISULTATI DELLE PROVE!

Spero che questo nostro lavoro possa essere di grandissima utilità a tutti voi ;)

Saluti Mikicomi! a presto

posted by mikicomi in Recensione and have Comments (4)

4 Responses to “Vol I : Guida ai pistoni [Confronto fra tutti i pistoni sul mercato]”

  1. Io scrive:

    a 52bb\s con corsa standard 3 decimi di secondo di raffica saranno sufficienti per far saltare i denti al pistone (se con cremagliera di plastica) o a far esplodere i denti del centrale in caso il pistone abbia la cremagliera d’acciaio…inutile tener premuto il grilletto per 40 secondi…se avrete fortuna dopo la rottura gli ingranaggi gireranno a vuoto e basta, ma se un dente va a finire trapignone e conico o tra centrale e conico e bloccando tutto mandereste tutto in corto (se non avete il fusibile) tenendo premuto il grilletto

  2. Mikicomi scrive:

    Infatti nel test sono state tenute conto tutte queste costanti!
    Come ben spiegato la prova serviva per confrontare i vari pistoni. Ciò non vuole assolutamente dire che tutti i pistoni hanno resisto per 40 secondi consecutivi, anzi, la prova è servita proprio per verificare, in condizioni estreme, quale fossero i pistoni che durassero di più e quali di meno.
    Molti non hanno superato il decimo di secondo e non per niente si sono presi il voto più basso!
    Mi scuso solo di non aver specificato( d’altra parte, sembrando cosa assolutamente ovvia, mi stupisce che lei con la sua arguzia non lo lo possa aver immaginato) che in caso di rottura la raffica viene interrotta.
    Cordiali saluti Mikicomi

  3. Accio scrive:

    Quello che forse intendeva dire il precedente utente è che sarebbe stato meglio testarli in condizioni non così estreme…non dico di farlo andare per ore a 10 pallini al secondo…ma si poteva farlo andare con delle costanti che non fossero tali da disintegrarlo in un decimo di secondo…

    anche all’ikea provano l’usura delle portelle…certo…mica le aprono e chiudono una volta all’ora per 20 anni…ma neppure ci attaccano un jumpo e lo fanno decollare…le aprono e le chiudono ogni due secondi per qualche giorno…un test che abbia una attinenza con la realtà…una simulazione accelerata della realtà…

  4. mikicomi scrive:

    Non importa un bel niente se il pistone dura un decimo di secondo o un mese nella prova! L’importante che il test sia identico per tutti i pistoni in modo da metterli a confronto fra di loro.
    Ho scelto una raffica molto veloce per velocizzare la prova e ho appositamente classificato i pistoni con voti da 1 a 10 in modo da poterli CONFRONTARE con facilità senza dire : “il pistone XXX è durato 3.156 secondi e ha subito un usura di 0.45mm” perchè (come dite giustamente voi) non sarebbero stati dati reali, visto le condizioni estreme di test! Il mio obbiettivo non era di scoprire quanto reggono precisamente in condizioni reali ma semplicemente vedere e confrontare quale era più resistente! ;) Sperò di aver chiarito le vostre perplessità

Place your comment

Please fill your data and comment below.
Name
Email
Website
Your comment
*